10 Ottobre 2018

Si e’ passati da vendere soluzioni a condividere business. E il Key Account Manager oggi “illustra” di meno e “persuade” di piu’. Mentre si gestisce meglio il portafoglio di opportunita’.

 

Nella realta’ odierna, le aziende clienti gestiscono i loro acquisti con molta piu’ attenzione al business: processi sempre piu’ accurati, valutazioni comparative delle varie offerte, concreto e adeguato ritorno sull’investimento effettuato. Elementi che hanno profondamente modificato le pratiche tradizionali e coinvolto il vertice aziendale, interessato al business piu’ che agli aspetti tecnici…

Da un'idea di Benedetta Ragazzola
8 Ottobre 2018

Insufficienti gli accantonamenti di bilancio per i 20.000 processi aperti. La mano pesante della Corte Costituzionale rende l’Italia un unicum nel mondo sviluppato. Cosi’ un’assicurazione diventa punizione.

 

Inevitabile segno dei tempi sulle norme che regolano i licenziamenti. La predeterminazione legale del risarcimento, basato sul criterio dell’anzianita’, ha impedito finora al Giudice di graduare la sanzione: era la legge a stabilirne l’ammontare. Ora, il Giudice tornera’ a essere arbitro della misura del risarcimento, tra 6 e 36 mensilita’…

Da un'idea di Filippo Menichino
1 Ottobre 2018

Decisioni migliori perche’ piu’ veloci e piu’ efficaci. Oggi la lontananza fisica non e’ un limite. Anzi, questa modalita’ di lavoro richiede una disciplina che migliora anche i risultati dei gruppi di lavoro tradizionali. Ecco come ottenere risultati concreti.

 

La digital collaboration offre grandi benefici in termini di velocita’, efficacia, costi e coinvolgimento di una rete di persone. Per lavorare fisicamente distanti occorre conoscere i vincoli di questo approccio. La bonta’ e la velocita’ delle decisioni assunte dipende sia dalle specifiche competenze di comunicazione a distanza, sia dalla qualita’ dei mezzi utilizzati, oggi disponibili in grande varieta’…

Da un'idea di Fabrizio Fresca Fantoni
24 Settembre 2018

L’intelligenza artificiale (AI) risolve complessita’ e situazioni ripetitive ma stenta a formulare ragionamenti semplici. Prima la macchina aiutava l’uomo, ora l’uomo aiuta la macchina. Tra 7 anni i robot lavoreranno piu’ ore degli esseri umani. La strada maestra per piu’ affari e’ innovare il modello di business.

 

Fa bene le cose semplici e ripetitive, a una frazione del costo di un essere umano e con meno errori. Cosi’ migliora i business correnti, mette a rischio quelli che non sapranno reagire e ne disegna di nuovi. Alcuni sono gia’ sorti e si dimostrano vitali e con grandi prospettive.

Dopo che per decenni i computer hanno trattato numeri e testi ora vedono, ascoltano, “pensano” e parlano…

Da un'idea di Andrea Ferri
17 Settembre 2018

Il riposizionamento piu’ difficile del previsto riapre le voci di vendita. Le prestazioni sono in leggera flessione ma la famiglia dichiara di non cedere. La nostra opinione e’ che ci siano buone probabilita’ di tornare a crescere migliorando strategia e organizzazione, mentre la specializzazione potrebbe fare la differenza.

 

Dopo il record di risultati nel 2016, l’azienda ha chiuso un 2017 in flessione e sembra continuare su questa china nel 2018. Il testimone, passato da Michele Norsa a Eraldo Poletto, ha resistito meno di due anni. Dopo un breve incarico a Giacomo, figlio del presidente Ferruccio Ferragamo, ora e’ nelle mani Micaela Le Divelec, gia’ direttore generale per alcuni mesi.

Per il momento il progettato riposizionamento incontra delle difficolta’. La nostra opinione e’ che l’azienda debba muoversi su due fronti: da una parte arginare la complessita’ organizzativa in aumento e dall’altra specializzare i business per contrastare la concorrenza e cogliere meglio le opportunita’ di mercato…

 

Da un'idea di Piercarlo Ceccarelli
10 Settembre 2018

Una missione chiara per concentrare le risorse. Dialogo aperto con i portatori d’interesse per selezionare i comportamenti. Metriche e obiettivi di ogni iniziativa per assicurare l’attuazione. E, soprattutto, una leadership attenta e sempre visibile.

  

Quanti “piani strategici” sono solo tempo perduto e nessun concreto contributo alla gestione? Si formulano partendo da astratte visioni e una lunga lista di obiettivi che assomigliano a “L'albero dei desideri” di William Faulkner.  Succede cosi’ perche’ manca un solido metodo che fornisca le chiavi e sia snello ma tutt’altro che superficiale. Nella competizione di oggi nessuna azienda puo’ farne a meno…

Da un'idea di Andrea Ferri
3 Settembre 2018

A regime si avranno meno costi e piu’ efficienza. Ma la fase d’avvio sara’ laboriosa. L’infrastruttura del Paese e’ pronta per aggiungere milioni di aziende con miliardi di documenti? E’ auspicabile un potenziamento della rete nelle aree piu’ deboli.

Si prevede di produrre 1,3 miliardi di documenti digitali e di recuperare qualche miliardo di gettito Iva: queste le motivazioni del provvedimento per l’Amministrazione Finanziaria. Per le aziende, l’introduzione della fattura elettronica comportera’ cambiamenti nell’amministrazione aziendale, con riduzione dei  costi e aumento di efficienza…

Da un'idea di Stefano Noro
30 Luglio 2018

Ricordiamo.

Ricordiamo i molti lamenti degli oppressi, l’arroganza dell’oppressore, indietro nei tempi bui.

Ricordiamo il cappello su un bastone e come il possidente era stato accolto dalla gente, sotto minaccia di punizione. E ricordiamo l’uomo: orgoglioso, selvaggio.

Guglielmo Tell. Quello che rifiuto’ di salutare.

Il possidente se ne accorse e come punizione gli fece colpire una mela sulla testa del figlio. La tensione, in aumento. Il colpo, centrato nel mezzo della mela. La seconda freccia nella balestra notata dal possidente e l’uomo orgoglioso disse che era destinata al possidente nel caso in cui il primo colpo avesse ucciso suo figlio…

Da un'idea di Bernhard Sterchi
22 Luglio 2018

Chip e caschi, come il braccialetto di Amazon, sono strumenti adeguati a determinate condizioni. E’ sempre possibile raccogliere dati anonimi riferiti a piu’ lavoratori, anche nel caso del coach elettronico. Indispensabile bilanciare innovazione e diritti dell’uomo.

 

Il tema non e’ nuovo, sebbene sia l’entrata in vigore delle nuove norme a sensibilizzare le imprese sui dati personali nell’organizzazione del lavoro. Il principio di fondo conferma che il potere di controllo e vigilanza del datore di lavoro, necessario per l’impresa, deve garantire la dignita’ e l’autonomia del lavoratore.

Controllo ed efficienza organizzativa si’, ma non sino ad eliminare gli spazi di liberta’ e la dignita’ dell’uomo…

Da un'idea di Luca Menichino
13 Luglio 2018

L’universita’ Bocconi, dal primo corso di laurea in economia fino alle scienze manageriali, quantitative e giuridiche, e’ un’eccellenza in un settore cruciale.  Ma in Italia continua ad ampliarsi il gap tra le materie studiate e le esigenze delle aziende.

Oscar Gianno intervista Bruno Pavesi, amministratore delegato (anche in podcast).

 

La fuga di cervelli costa all’Italia 14 miliardi di euro, investimenti che se ne vanno all’estero con i laureati che abbandonano l’Italia. Nel contempo si deve riqualificare chi e’ gia’ laureato perche’ le aziende non trovano le competenze che servono – oggi mancano 30.000 ingegneri - e subiscono gli errori del nostro sistema formativo. E gli italiani con loro.

Da un'idea di Piercarlo Ceccarelli