27
Lug 2015
Numero N. 330
Facciamo il punto! Per migliorarci

Ogni volta che pubblico un editoriale, mi domando cosa possa essere di valore per un capo azienda come lei.

Le chiedo di rispondere al breve questionario che ho predisposto - accessibile cliccando sull'immagine - con lo scopo di comprendere meglio i suoi bisogni ed esserle d'aiuto nella conduzione della sua impresa. Insieme a lei e agli altri capi azienda che, settimanalmente, si ritrovano nel salotto virtuale di Club Impronte, in questo ultimo anno abbiamo introdotto moltissime novità e siamo cresciuti. Chiedo il suo aiuto per migliorarci ancora!

Le rubo solo pochi minuti del suo prezioso tempo. La sua opinione è per noi di grande valore.
Grazie!

Immagine

Ogni volta che pubblico un editoriale, mi domando cosa possa essere di valore per un capo azienda come lei.

Le chiedo di rispondere al breve questionario che trova in calce con lo scopo di comprendere meglio i suoi bisogni ed esserle d'aiuto nella conduzione della sua impresa. Insieme a lei e agli altri capi azienda che, settimanalmente, si ritrovano nel salotto virtuale di Club Impronte, in questo ultimo anno abbiamo introdotto moltissime novità e siamo cresciuti.



Abbiamo approfondito i temi che ci sono stati segnalati, abbiamo ampliato la nostra squadra di esperti e abbiamo lanciato alcune nuove rubriche:

Innovazioni di successo: selezione di innovazioni di successo lanciate ovunque nel mondo. Una panoramica a 360 gradi, a cura del nostro esperto Paolo Dealberti, per scovare cosa è stato innovato, perché è promettente e perché sta avendo successo.

Casi aziendali: analisi critica di alcuni nostri interventi di consulenza, per trarne suggerimenti e spunti di riflessione.

Letti per voi: letture selezionate per i capi azienda e i top manager.



Newsletter mensile: pubblicazione periodica e tematica che raccoglie le Impronte più significative su un tema specifico.

Le chiedo solo pochi minuti del suo prezioso tempo. La sua opinione e i suoi commenti sono per noi di grande valore. Ci aiuti a migliorarci!

Grazie e auguri di buone vacanze. Ci rivedremo a settembre.

Parola Chiave: community
Cosa ne pensa la community: Piace a 2 soci e un socio ha un'altra idea
Risultati ad oggi
Come utilizza Impronte?
0 %
mi limito alla lettura della newsletter
80 %
leggo l'intero editoriale
13 %
preferisco ascoltare la video-intervista
7 %
leggo l'approfondimento dell'esperto
0 %
la inoltro ad un collaboratore
0 %
altro (utilizzi lo spazio riservato ai suoi commenti)
Come potrebbe essere migliorato lo stile degli editoriali? (max 3 risposte, grazie) (*)
8 %
contenuti più brevi
0 %
linguaggio più chiaro
62 %
argomenti organizzati in sotto-capitoli
62 %
minore autoreferenzialità
0 %
altro (utilizzi lo spazio riservato ai suoi commenti)
Quali sono per lei le aree di maggior interesse? (max 3 risposte, grazie) (*)
57 %
scenari ed economia
29 %
leadership
43 %
general management
29 %
governance
36 %
strategia
21 %
organizzazione
50 %
innovazioni di successo
21 %
letti per voi
36 %
casi aziendali
0 %
altro (utilizzi lo spazio riservato ai suoi commenti)
In quanto vertice aziendale, cosa le dà più filo da torcere nel raggiungere gli obiettivi aziendali prefissati?
  • La resistenza al cambiamento dei collaboratori
  • la lentezza e la mancanza di visione da parte di chi sta intorno
  • Rifiuto del cambiamento da parte del personale. Mancata presa di coscienza del fatto che ciò che funzionava ieri oggi, il più delle volte, deve essere cambiato o almeno corretto
  • il cambiamento delle passate abitudini che vanno aggiornate snellite senza stravolgimento
  • La paura di perdere che spesso supera la voglia di vincere
  • la disomogeneità fra teams (commerciale, tecnico ed amministartivo) nel mettere a disposizione dell'Azienda la passione nella sfida competitiva
  • Resistenza al cambiamento, causata da un garantismo occupazionale e mancanza di passione ed entusiasmo.
  • Ancora troppo spesso, le aziende italiane (piccole e medie, ma non solo!) affidano la gestione al buon senso dell’imprenditore e alla navigazione a vista, con scelte quotidiane di correzione di breve termine, senza un esplicito disegno strategico. La capacità di adottare un piano strategico chiaro garantisce continuità di presenza efficace sul mercato, creando valore per i clienti e gli azionisti. Ciò passa per la definizione di una chiara missione aziendale e di obiettivi a medio e a breve termine, oltre che per la formulazione di un piano finanziario che evidenzi investimenti e fonti di finanziamento per attuare il piano strategico. Carlo Martelli
  • Ostacoli burocratici Resistenze al cambiamento
  • Mancanza di competenze, protezionismo
  • il tempo (ovvero: come utilizzarlo meglio, scegliendo, demandando ecc...)
Secondo lei, cosa causa più frustrazione al vertice delle aziende italiane? (max 3 risposte, grazie) (*)
27 %
difficoltà di governance
33 %
gestione del management
13 %
finanza
53 %
mancanza di indirizzo strategico
33 %
mercato (scarsità della domanda, eccesso di offerta, concorrenza, …)
67 %
difficoltà nella gestione del cambiamento
7 %
altro (utilizzi lo spazio riservato ai suoi commenti)
(*) La percentuale è riferita al totale dei votanti

Per partecipare al sondaggio è necessario aver effettuato il login.

27/07/2015 12:49:22

.. e buone vacanze, che puliscano la mente e ci facciano tornare ancora più determinati.