27 Aprile 2015

La crisi? Sovente e' un alibi per giustificare la resistenza a investire nell'innovazione. Ma per competere con successo non e' piu' possibile fare le cose di sempre e farle nello stesso modo.

Vediamo aziende che approfittano del momento difficile per avvantaggiarsi sui concorrenti e conquistare quote di mercato, anche grazie ai costi ridotti di alcuni input e alle migliori condizioni per le acquisizioni.

Da un'idea di Carlo Martelli
13 Aprile 2015

Dal 1° Marzo McDonald's ha un nuovo CEO, Steve Easterbrook, che succede a Don Thompson in carica da meno di tre anni.
Le vendite in flessione e l'andamento piatto del titolo hanno imposto il cambiamento.

I trend di mercato che avevano spinto l'azienda sono entrati in crisi e gli interventi degli anni recenti non hanno avuto successo scontrandosi con gli aspetti organizzativi. Oggi Steve ricerca un nuovo modello di business. Ci riuscira'?

Da un'idea di Fabrizio Fresca Fantoni
13 Gennaio 2014

La mia ricetta per l’azienda agroalimentare italiana? Sviluppare le nuove utilita', potenziare l’approccio commerciale, rafforzare la taglia. Tre ingredienti rispetto ai quali le nostre imprese sono indietro.

Possibile che la ristorazione francese continui a godere di un’immagine (e prezzo) superiore a quella italiana? Eppure la nostra offerta e' senza dubbio migliore. Possibile che lo stesso accada per i vini? Per gli spumanti? Per i formaggi? Potrei continuare.

Da un'idea di Carlo Martelli
26 Marzo 2012

La maggior parte delle aziende si confronta con mercati maturi. Sono in grado di farlo in modo adeguato? Quali gli errori più frequenti?

Da un'idea di Carlo Martelli
Numero N. 128

Anche Parmalat è nel mirino dei francesi. Iveco e Alfa Romeo interessano i tedeschi. La francese Groupama ha sperato di controllare Ligresti. Edf vuole Edison. Credit Agricole è interessata a Pioneer di Unicredit.
Le aziende italiane sono sovente prede e hanno difficoltà ad essere cacciatrici. Come reagire?
7 Giugno 2010

Innovare permette di differenziarsi soddisfacendo meglio i clienti rispetto ai concorrenti o creando nuove occasioni di utilizzo dei prodotti. È una attività complessa che richiede tempo, investimenti, capacità, metodo, creatività, una dose controllata di fortuna. In caso di successo migliorano i risultati della nostra impresa ma, se non stiamo attenti,… anche quelli dei concorrenti!

Numero N. 85

confezioni da 4 dei propri yogurt Activia e Vitasnella: 126 milioni di cartoni da qui alla fine del 2010, per un fatturato pari al 40% delle vendite Danone in Francia. Perché? Ha rilevato che il 75% dei consumatori giudica l’imballaggio un inutile spreco.
TEST: ""