6 Aprile 2016
Numero 42
Un team di ricercatori della Tel Aviv University (TAU) ha sviluppato una tecnologia che consente di trasformare un comune smartphone in un lettore spettrometrico in grado di rilevare le componenti chimiche di un oggetto.